MiArt StrikeNow!

Dichiarazione di Fosco Loiti Celant
sull’azione al MiArt del 19.04.2009

Domenica 19 aprile, al MiArt di Milano, allo stand della galleria Massimo De Carlo, ho organizzato l’estrazione della mia opera Have you ever thought of it?
Questa iniziativa è stata realizzata per attirare l’attenzione di tutti su ciò che lega il mercato dell’arte al mercato dell’economia in generale, e per cominciare a mettere in atto comportamenti che ci sottraggano alla dittatura di quest’ultima. In un’economia del segno come la nostra, le merci materiali (quindi anche le opere d’arte) sono solo la forma tangibile di operazioni immateriali e linguistiche.
Tutta la produzione (artistica e non) è basata su azioni, relazioni ed emozioni generate e vissute da tutti noi: tutto nella nostra vita – consumare, vestirci, fare l’amore, prendere psicofarmaci – è diventato lavoro. Anche se non lo vogliamo.
Produzione e consumo si basano su effetti involontari dei nostri comportamenti. Ma gli stessi comportamenti, se vengono rovesciati, possono inceppare, almeno temporaneamente, questo dispositivo. I partecipanti all’estrazione di domenica al MiArt hanno realizzato uno sciopero involontario, uno sciopero “umano”.
La crisi che stiamo vivendo è il risultato di un meccanismo in tilt, della difficoltà a mantenere funzionante l’appropriazione da parte di pochi di una ricchezza prodotta da tutti. Ma è dovuta anche al fatto che la maggioranza di noi continua a osservare le regole di un patto sociale che serve solo a riprodurre il funzionamento di questa macchina.
Se la crisi ci colpisce, quindi, è anche perché noi non ci sottraiamo a questo gioco. È ora di farlo. È ora di rivendicare un reddito sganciato dal lavoro salariato, è ora di praticare uno sciopero umano (e non solo economico), è ora di sottrarci ai dispositivi dell’impero e dell’economia. Io sono un artista qualunque, un essere umano qualunque, una singolarità qualunque. L’estrazione della mia opera è stata solo una prima azione, ancora timida, verso il riaccendersi del conflitto sociale.

Fosco Loiti Celant

Foto dello sciopero "umano"





Il video dell'azione




Approfondimenti

Biografia

Fosco Loiti Celant è nato a Bologna il 9 febbraio 1976. Vive e lavora a Milano, Pontedera, Roma, Pesaro e Parigi. La sua produzione artistica è strettamente legata al conflitto sociale. Espone principalmente negli squatt, nelle orgie, negli scontri, nei treni, nei villaggi occupati. La sua opera Have you ever thought of it? è stata realizzata a Genova nel 2001.

Contatti